Fotovoltaico prezzi - Preventivo gratuito

Il più grande impianto fotovoltaico al mondo ad Abu Dhabi

L’emirato punta sull’energia solare a basso costo

Abu Dhabi ha raggiunto un accordo con un consorzio asiatico, per costruire il più grande impianto fotovoltaico al mondo. Sarà ovviamente costruito nell’emirato a circa 100 chilometri a sud-est della capitale. Produrrà energia a basso, bassissimo costo, con la capacità di alimentare circa 200.000 case.

Il più grande impianto fotovoltaico al mondo

Il nuovo impianto, il più grande impianto fotovoltaico al mondo, farà capo all’Autorità per l’Acqua e l’Energia Elettrica di Abu Dhabi (Adwea), per il 60%, con una partecipazione della giapponese Marubeni e la cinese Jinko Solar per il 20% l’una. La cosa estremamente interessante in merito a questo progetto, e alle offerte che lo hanno reso possibile, è il prezzo per kilowattora a cui Marubeni e Jinko si sono aggiudicati l’appalto. A fronte di una potenza minima netta di 350 megawatt, insieme alle infrastrutture e alle strutture, richiesta, l’offerta è stata di 1.17 GW. Ma la grande novità è prezzo record di 2,42 centesimi di dollaro per kilowattora. L’impianto inizierà a produrre energia già da aprile 2019, dando un importante segnale al mercato.

L’eredità

Il costo dell’energia elettrica da fotovoltaico dipende da numerosi fattori. Il tipo di terreno, i prezzi dei pannelli e il costo del finanziamento incidono sul costo e sul prezzo finale. L’atteggiamento dei colossi asiatici, rispetto al prezzo dell’energia pulita derivante da fotovoltaico, è estremamente importante. Stabilisce un andamento di abbattimento dei prezzi da cui nessuno potrà esentarsi. E questo è importante non solo per il più grande impianto fotovoltaico al mondo. Ma per tutte le realtà che si affacciano al solare. La necessità di elettricità cresce insieme alla crescita economica e della popolazione e l’energia solare sta diventando la forma più economica fra le nuove energie.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *